Cerca
News ed eventi

Viaggio di benessere in Umbria

In questi tempi di crisi ci si ritrova sempre più spesso a dover fronteggiare problemi di ogni tipo che ci portano ad essere sempre più stressati. Per questo diventa necessario prendersi [...]

Leggi tutto >>

Perugia, alla scoperta di una moderna città antica

Perugia, capoluogo dell’Umbria, è una delle più famose città della regione, nonché meta turistica di eccellenza per chi desidera visitare l’Umbria. La città, ricca di arte e di storia, ha [...]

Leggi tutto >>

Carnevalandia: dal 19 febbraio al 6 marzo a Todi

Dal 19 febbraio al 6 marzo si svolgerà a Todi Carnevalandia, ovvero il classico appuntamento con il Carnevale medioevale di Todi. Una festa lunghissima e ricca di appuntamenti che porterà [...]

Leggi tutto >>

Umbria

cartina

Regione del’Italia centrale, posta proprio nel cuore del Bel Paese, l’Umbria si suddivide nelle Province di Perugia e Terni e una ex-clave nelle Marche appartenente a Città di Castello.La regione Umbria è anche chiamata “la regione del verde”
La caratteristica di questa regione è quella di essere l’unica dell’Italia peninsulare non bagnata dal mare, essendo chiusa tra le Marche, la Toscana e il Lazio.
I motivi per visitare l’Umbria sono essenzialmente tre: le città d’arte, la natura e il turismo religioso.
Uno dei richiami più forti è rappresentato senza dubbio dal consistente patrimonio artistico che contraddistingue l’intero territorio umbro, che conserva al suo interno le testimonianze, la storia, le tradizioni dei tanti popoli che nei secoli si sono susseguiti; dagli Umbri agli Etruschi, dai Romani ai Longobardi sino allo Stato Pontificio.
Il risultato del susseguirsi di culture così diverse non poteva che essere un immenso patrimonio artistico che ogni anno richiama tantissimi visitatori attratti da chiese millenarie, monumenti antichi, piazze suggestive, borghi incantevoli e ancora incontaminati.
Non a caso si dice che l’Umbria sia una regione adattissima per conoscere gli aspetti culturali dell’Italia Centrale, visto che ogni città offre un ottimo spunto per itinerari artistici unici, accostando, alle città più conosciute e gettonate, piccoli borghi dove il passato e le tradizioni sono ancora vivide e forti.

Una visita a Perugia

Meta imperdibile la bellissima Perugia che si è sempre contraddistinta per il suo turismo non convenzionale. Le attrattive in questa città non mancano di certo.
Se decidete di prenotare un hotel a Perugia, potrete iniziare il vostro viaggio dalla maestosa Piazza e dal Palazzo dei Priori con la bellissima Sala dei Notari, la Cattedrale di San Lorenzo e la Fontana Maggiore per poi proseguire verso la Galleria Nazionale dell’Umbria, il Collegio del Cambio e quello della Mercanzia, i giardini botanici dell’Università e la suggestiva ricostruzione di un “orto medicale” medioevale, a poca distanza dal quale si trova l’Imho, ovvero l’Ipogeo dei Volumni, antichissimo sepolcro etrusco ad appena 5 km dal centro storico. Ma tante altre sono le cose da vedere a Perugia: il Centro Servizi Museali della Rocca Paolina, dove si trovano antichi documenti sul patrimonio artistico della città. Palazzo della Penna, il Pozzo Etrusco, detto anche “pozzo sorbello”, che conduce ai sotterranei del Palazzo Sorbello, Porta S.Angelo, o Porta degli Armeni, il Museo delle Mura Urbiche, la Rocca Paolina, fatta erigere da papa Paolo III Farnese nel 1540.

Le città d’arte

Altra città da non perdere, Assisi, divenuta una delle mete più celebri per quanto concerne il turismo religioso. Qui nacquero e vissero San Francesco, patrono d’Italia, e Santa Chiara e i segni di questo passato intessuto di misticismo sono ancora vivi nella città. I suoi monumenti, infatti, raccontano la storia e le vicissitudini che ne hanno contraddistinto i secoli, ma narrano anche la profonda spiritualità di questa terra. Assolutamente da visitare sono la Basilica di San Francesco di Assisi, risalente al 1228, e oggi riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, la Basilica di Santa Chiara, risalente al Duecento e di stile gotico, la Chiesa di San Pietro, edificio benedettino del XI secolo, la Chiesa Nuova, di stile barocco ed edificata a partire dalla vecchi casa di San Francesco. Oltre agli edifici sacri da non perdere ad Assisi è il Museo e Foro Romano, Piazza del Comune, il Palazzo dei Priori e il Palazzo del Capitano del Popolo.
Particolarmente interessante una visita a Canale di Tenno, un agglomerato di origine medioevale, le cui origini risalgono ai principi del 1200. Qui l’antica struttura urbanistica è sopravvissuta quasi intatta e può quindi essere ammirata nello splendore della sua originalità. Vicino al borgo si trova poi un’altra area archeologica di grande interesse, San Martino, dove sono custoditi resti di insediamenti preistorici e della tarda epoca romana.
Altre città turistiche dell’Umbria da vedere sono: scendendo verso sud-est Spoleto, antica città medioevale ricca di edifici e di luoghi d’arte, nonché di manifestazioni importanti come il celebre festival dei Due Mondi, e Foligno, situata proprio nel cuore della Valle Umbra.
L’Umbria è anche una terra ricca di eventi, fiere e manifestazioni folkloristiche ma anche dal vasto respiro “internazionale”. Tra queste, senza dubbio, una delle più importanti è Umbria Jazz, che si tiene a Perugia solitamente nel mese di luglio e che nel 2010 festeggerà 10 anni.

La cucina umbra

Infine non si può non assaggiare la famosa cucina umbra che si contraddistingue per i suoi sapori semplici e genuini si basa essenzialmente sulla carne e sui prodotti della terra. Tra i piatti più noti troviamo  i cappelletti in brodo,gli “umbricelli”,il sugo alla norcina”, la “faraona alla ghiotta” e le “pinnoccate”,il tutto innaffiato dai vini del territorio.