Cerca
News ed eventi

Turismo in Trentino Alto Adige: tante le possibilità, ma divertimento unico

Viaggiare è da sempre una delle passioni più diffuse: sono molte infatti, le persone che ogni anno, durante le vacanze estive e quelle invernali, decidono di mettersi in viaggio nella [...]

Leggi tutto >>

SudTirol Classic a Bolzano la 26a edizione

Festeggerà quest’anno la sua ventiseiesima edizione il SudTirola Classic, evento dedicato alle auto d’epoca, che si svolgerà dal 10 al 17 luglio a Bolzano. Un festival dall’antica storia e dalla [...]

Leggi tutto >>

Carnevale asburgico a Madonna di Campiglio

Come ogni anno, anche per il 2011 Madonna di Campiglio fa un salto indietro nella storia grazie al Carnevale Asburgico che si svolgerà dal 6 all’11 marzo. Un evento unico [...]

Leggi tutto >>

Trentino Alto Adige

cartina

Il Trentino Alto Adige-Sudtirol, è una regione autonoma facente parte della parte meridionale del Tirolo, regione storica dell’Impero Asburgico e da poco rilanciata come istituzione nell’ambito dell’unione Europea come l’Euroregione Tirolo-Alto-Adige-Trenitno.
Il TRentino è suddiviso nelle due Province di Trento e Bolzano, il territorio è formato da due diverse aree storiche ed amministrative: a Nord troviamo l’Alto Adige, che corrisponde alla Provincia Autonoma di Bolzano, mentre a Sud il Trentino che coincide, invece, con la Provincia Autonoma di Trento.
Regione più settentrionale d’Italia, il Trentino-Alto-Adige è completamente montuoso, il che riesce a spiegare come mai sia così scarsamente abitata, con una densità di appena 74 abitanti per km².
La caratteristica principale di questa regione è senza dubbio la natura incontaminata e i paesaggi al limite del surreale che le hanno consentito di sviluppare una florida attività turistica, tanto in inverno quanto in estate.

Il turismo montano

Ed, infatti, oltre alle classiche vacanze “bianche”, godendosi le vette innevate e i boschi lussureggianti, il Trentino Alto Adige è in grado di offrire ai turisti una serie di itinerari, tutti molto interessanti, che condurranno alla scoperta delle bellezze, non solo naturali, ma anche storiche ed artistiche del suo territorio.
Per gli amanti della natura e del verde imperdibili sono i tanti parchi naturali, le riserve e i parchi acquatici della regione. Tra i parchi assolutamente da visitare il Parco Naturale dello Scillar, prima area naturale protetta ad essere stata istituita nella Provincia di Bolzano. Esteso per circa 6.000 ettari, il Parco è costituito dalla Dolomina dello Scillar, dai calcari dell’Alpe di Ciapit e dalla antiche scogliere coralline dei Denti di Terrarossa. Molto ricco dal punto di vista della flora e della fauna, il parco reca anche tracce degli antichi insediamenti, come ad esempio il ritrovamento ai piedi dello Sciliar di una spada risalente all’Età del Bronzo.Ma in Trentino, che ha fatto della bellezza incontaminata della sua natura il suo emblema, ci sono altri 10 parchi e riserve naturali, nei quali immergersi per scoprire i paesaggio della regione, seguendo itinerari affascinanti e sempre emozionanti come ad esempio il Parco Nazionale dello Stelvio, uno dei più antichi parchi naturali d’Italia, che si estende per ben 24 Comuni e 4 Provincie.

Il turismo storico/culturale

Il Trentino Alto Adige non è solo natura e paesaggi suggestivi, visto che la regione può vantare anche un vasto patrimonio artistico e culturale notevole.Soggiornando in un hotel in provincia di Bolzano, le tappe obbligate sono: il Castello di Gardena, o Fischburg, risalente al XVI secolo ed eretto proprio a ridosso di un pendio boschivo, il Castello Rotund, degli inizi del ‘900,  il Castello di Castelbello, in Val Venosta, le cui origini risalgono addirittura al 1238, Castel Salern, nella Valle Isarco, e i famosi Larici Millenari, conservati a Santa Gertrude, una piccola frazione di Ultimo, e dichiarati dalla Provincia Autonoma di Bolzano, monumenti naturali.
Per quanto riguarda la provincia non si può non fare un salto a Riva del Garda, considerata come la perla del Lago di Garda e ricca di fascino non solo grazie ai suoi stupendi paesaggi, ma anche per il vasto patrimonio culturale. Qui potrete visitare il Bastione, il Palazzo dei Provveditori di Venezia, la Rocca, il Museo Civico e la casa dove visse per alcuni anni lo scrittore Gabriele D’Annunzio.
Particolarmente interessante una visita a Canale di Tenno, un agglomerato di origine medioevale, le cui origini risalgono ai principi del 1200. Qui l’antica struttura urbanistica è sopravvissuta quasi intatta e può quindi essere ammirata nello splendore della sua originalità. Vicino al borgo si trova poi un’altra area archeologica di grande interesse, San Martino, dove sono custoditi resti di insediamenti preistorici e della tarda epoca romana.

Una visita a Trento

Se invece decidete di soggiornare a Trento, avrete modo di visitare i numerosi monumenti e opere d’arte, che lasceranno a bocca aperta anche il turista più esigente. Si parte dal Duomo, considerato come il più importante edificio in stile romano-gotico conservato in tutta la regione. L’edificio, dedicato a San Virgilio, fu costruito nel 1130 ed al suo interno conserva una serie di opere e di monumenti funerari risalenti al ‘500, tra le quali spicca il celebre crocifisso ligneo del XVI secolo. Altrettanto affascinante è poi l’Abbazia di San Lorenzo, perfetto esempio dell’architettura romana del XII secolo, la Torre Vanga, antico caposaldo romano, Piazza Cesare Battisti, di epoca fascista, Piazza Duomo, considerata una delle piazze più belle d’Italia.
Altra tappa è il Museo Diocesano Tridentino, il quale conserva arazzi fiamminghi del ‘500, altari intagliati, statue lignee di produzione trentina e vari dipinti del XV e del XVIII secolo, e il Castello  del Buonconsiglio, antica residenza dei principi ed oggi sede del Miseo Provinciale d’Arte e del Museo Storico in Trento.

La gastronomia del Trentino

Ma un itinerario in Trentino Alto Adige non sarebbe completo senza assaggiare i prodotti tipici del territorio, partendo dal celebre grana trentino, prodotto con latte d’aleggio, e dagli altri formaggi quali l’Alpkase, il Tirolese, o dallo speck, che in Alto Adige ha la sua patria, il salame di capriolo e di camoscio, il Kaminwurst, l’Hauswurst, che da queste parti viene mangiato fresco oppure servito con i crauti.
La cucina trentina è, quindi, rimasta saldamente ancorata alla propria tradizione gastronomica, essendo consapevole del fatto che questa è il risultato della commistione con il mondo di lingua tedesca, dal quale ha ereditato molte ricette dal gusto semplice e genuino.